Cambio manuale o automatico?

 

L'evoluzione del cambio sulle autovetture

Il cambio automatico, a prescindere dalla tecnologia con la quale è realizzato, ora è sempre più diffuso, al punto che negli ultimi cinque anni la percentuale di auto equipaggiate con questo tipo di trasmissione è passata da quasi il 15% a oltre il 20%. E i numeri del fenomeno sono tali da spingere molte case automobilistiche a lanciare promozioni e iniziative per facilitare il passaggio all’automatico (Renault offre su alcuni modelli il cambio automatico allo stesso prezzo del manuale, e Fiat Chrysler fa la stessa cosa su ben 6 modelli. Molte auto di alta gamma non vengono più fornite con il cambio manuale, Alfa-romeo nel SUV Stelvio, ultimo modello nato nella casa del biscione ha reso ordinabile la vettura solo dotata di cambio automatico, nelle supersportive, il cambio manuale non è più ordinabile da tempo, Lamborghini, Ferrari, McLaren e molti altri costruttori hanno eliminato completamente il cambio manuale.

Il mercato è in forte evoluzione ed espansione.
I numeri, evidenziano infatti un forte incremento della domanda verso le trasmissioni automatiche. Oggi quasi il 70% degli acquirenti di vetture di segmento D ha abbandonato il manuale (nel 2012 era circa il 40%). La crescita (e questo è un dato importante, che dà la misura di quanto e come sia cambiato il rapporto tra automobilisti e cambio automatico) è ampia anche nelle categorie inferiori. La quota dell’automatico nel segmento C è infatti quasi triplicata, passando dal 10,9 al 27 per cento. In rialzo la domanda di SUV “senza pedale della frizione” fino al punto che l’automatico ha conquistato il 72% degli sport utility di grossa taglia. Il fenomeno riguarda sia i privati sia, le flotte aziendali. Insomma, il cambio automatico ha conquistato gli italiani, che ne apprezzano i vantaggi in termini di minore stress, maggiore sicurezza e consumi ottimizzati con una guida attenta.

Cambio automatico

Nei prossimi anni il meccanico dovrà essere preparato a manutenzionare, riparare, ma soprattutto TAGLIANDARE il cambio automatico, ed al contrario di quello che si possa pensare lavorare su un cambio automatico non è così difficile come “vogliono farvi credere”, basta avere la strumentazione adatta, le giuste partnership con chi fornisce ricambi e lubrificanti, un buon call-center dove tecnici preparati ci aiutano in caso di dubbi ma soprattutto aver frequentato un corso professionale di specializzazione.

Molti operatori del settore non hanno la minima idea di cosa sia un convertitore di coppia, di quale sia la differenza fra un cambio a doppia frizione ed un cambio robotizzato, ma soprattutto non conoscono neanche il funzionamento base, ad esempio come una trasmissione automatica passi da una marcia ad un’altra.

Chi sarà attivo nel settore della riparazione auto dovrà inevitabilmente prepararsi a lavorare con i cambi automatici, quindi perché non farlo adesso!?
Proponiamo un percorso formativo seguito da tecnici altamente specializzati che hanno passato la loro vita professionale nel campo delle trasmissioni, Il primo corso riguarda appunto il funzionamento del cambio automatico e le procedure di tagliandatura del cambio. Nella quota di iscrizione al corso è compreso anche un anno di call-center specializzato.

COSA ASPETTI AD ISCRIVERTI?
Per maggiori informazioni riempi il form qui sotto

 

Corso Cambio Automatico 19 Ottobre a Prato

 

SCARICA DEPLIANT PDF